venerdì 10 ottobre 2008

microsoft

cito testualmente da tcdvweb.it

..."Quando manca esattamente un mese al secondo compleanno di Windows Vista,  da Microsoft arriva una nuova concessione ai chi ancora oppone resistenza al cambiamento.

I suoi hardware partner, infatti, avranno ulteriori sei mesi di tempo nel corso dei quali potranno commercializzare macchine "downgradate" a Windows Xp. L'opzione si applica per gli utenti che acquistano le versioni Ultimate e Business di Windows Vista e fino al 31 luglio prossimo. Dopo quella data, le aziende che ancora volessero tornare a Xp, dovranno farne richiesta direttamente a Microsoft.

Ma secondo gli analisti, anche le nuove notizie in merito a un rilascio entro 12 - 18 mesi del nuovo Windows 7 contribuiscono a frenare le imprese. A questo punto, in molti preferiscono aspettare il nuovo sistema operativo, saltando direttamente la fase Vista."...

Io ho installato Vista Home Basic sul pc e non posso cambiare sistema operativo:sinceramente la notizia che gli utenti potranno "ritornare indietro" mi lascia un po' perplesso.(noi che siamo fedeli a Vista dall'inizio meriteremo qualche attenzione di più).

Sembra quasi che la Microsoft abbia voluto creare 2 sistemi operativi in concorrenza tra loro a cui si aggiungera' il terzo (Seven) tra qualche tempo:che confusione!!

Se Vista dovesse darmi qualche problema( e fino adesso non ne ho mai avuti)io passero' diretto diretto ad Ubuntu(Linux)!

1 commento:

silvio ha detto...

Ciao,ho letto che usi windows puoi utilizzare comunque anche un linux come ubuntu in parallelo;queste operazioni di upgrade e downgrade riguardano le aziende che fanno cassa,l'utente semplice viene ignorato.L'illusione di dover avere l'ultima o la migliore versione? è solo marketing per far parlare di se.Io uso ubuntu da 2 anni e non ho mai avuto problemi