domenica 30 agosto 2009

grande amico

il mio miglior amico!

Paolo Senese nasce a Terni il 18.12.1970 dove vi rimane per pochi anni. In seguito si

trasferisce a Spoleto, città artistica per eccellenza, città del Festival dei Due

Mondi, dove si incrociano i più grandi esponenti dell’arte a livello internazionale.

Con il passare degli anni, probabilmente grazie all’aria creativa che si respira nella

città del Festival o grazie all’incontro con diversi artisti del territorio umbro,

matura in lui la passione per la pittura, quindi la necessità e la curiosità di

esternare la sua vena artistica. Nascono così i paesaggi, umbri e toscani, a lui tanto

cari, paesaggi che profumano di grano, che fanno percepire il calore solare, che calano

l’attento osservatore in una dimensione reale di quotidianetà primaverile ed estiva.

Molti riconoscimenti arrivano, infatti, dalle zone dell’astigiano, ove il pubblico,

grazie alla similare conformazione del paesaggio con quello umbro-toscano, applaude ed

apprezza le tele dell’artista spoletino Senese. Infine, si sottolinea, la continua

ricerca e sperimentazione nella forma e nel colore delle opere.

mercoledì 26 agosto 2009

FINNING

“finning” è quella barbara pratica che l’uomo infligge agli squali, privandoli delle pinne e poi gettando in mare la carcassa mutilata dell’animale ormai morto. Per salvaguardare questi animali e chiedere che venga posto termine a questo massacro inutile ed incivile, il parco acquatico Le Navi di Cattolica si fa portavoce della raccolta firme avviata dal giornale Sharknews.

Domenica 19 ottobre terminerà la Settimana Europea dello Squalo, partita l’11 ottobre e che ha visto la mobilitazione di molte strutture italiane ed europee, fra cui il parco di Cattolica, a cui sta a cuore la conservazione degli squali: il traguardo è il raggiungimento delle 10.000 firme che saranno poi consegnate al Ministro per l’Ambiente, on. Stefania Prestigiacomo e al Ministro per le Politiche Agricole on. Luca Zaia.

Nella petizione, pubblicata sul sito del giornale Sharknews all’indirizzo http://www.medsharks.org/firmaperglisquali.html, si chiede ai due ministri di ‘’sostenere e attuare un efficace piano d’azione europeo per la conservazione degli squali, animali preziosi ma vulnerabili”.

Gran parte degli squali, infatti, vengono pescati in quantità eccessive, tanto che in Europa un terzo delle specie è a rischio diestinzione; percentuale che in Mediterraneo sale al 42%. Inoltre, la regolamentazione dell’Unione Europea sul finning e’ fra le piu’ deboli al mondo. Da qui l’appello al governo: “Ora che si sta mettendo a punto la bozza del piano d’azione europeo per gli squali, voi ministri avete una grande opportunità per migliorare lo stato delle nostre popolazioni di squali e della pesca. Per questo vi esortiamo ad intervenire affinché la versione finale del piano d’azione dell’Unione europea adotti misure precauzionali e recepisca i pareri scientifici, così da ridurre significativamente le catture di squali, proteggere le specie di squali e razze in pericolo d’estinzione e promuovere il bando totale del finning“.

sabato 1 agosto 2009

Amnesty International

Amnesty International è un'Organizzazione non governativa indipendente, una comunità globale di difensori dei diritti umani che si riconosce nei principi della solidarietà internazionale. L'associazione è stata fondata nel 1961 dall'avvocato inglese Peter Benenson, che lanciò una campagna per l'amnistia dei prigionieri di coscienza.Lo scopo di Amnesty International è quello di promuovere, in maniera indipendente e
imparziale, il rispetto dei diritti umani sanciti nella Dichiarazione universale dei diritti umani e quello di prevenirne specifici abusi.Conta attualmente due milioni e duecentomila soci, sostenitori e donatori in più di 150 paesi. La Sezione Italiana di Amnesty conta oltre 80.000 soci.
La storia di Amnesty International
1961 - Il 28 maggio l'avvocato inglese Peter Benenson lancia dalle colonne del quotidiano
di Londra The Observer un "Appello per l'amnistia": il suo articolo, intitolato "I prigionieri dimenticati", racconta la vicenda di due studenti portoghesi arrestati per aver brindato alla libertà.
1963 - Viene istituito a Londra il Segretariato Internazionale di Amnesty International.
1964 - Le Nazioni Unite conferiscono ad Amnesty lo status consultivo. In tre anni ha
adottato 1367 prigionieri, 329 dei quali successivamente rilasciati.
1975 - Nasce ufficialmente la Sezione Italiana di Amnesty International.
1977 - Amnesty riceve il Premio Nobel per la pace, per aver "contribuito a rafforzare la libertà, la giustizia e conseguentemente anche la pace nel mondo".
1985 - Amnesty decide di estendere il suo mandato anche ai rifugiati politici.
1991 - Amnesty adotta un nuovo mandato, impegnandosi a promuovere tutti i diritti sanciti
dalla Dichiarazione universale dei diritti umani, a combattere gli abusi commessi dai
gruppi armati di opposizione e a includere tra i prigionieri di coscienza le persone
imprigionate a causa del proprio orientamento sessuale.
1999 - Amnesty decide di sviluppare il proprio lavoro sull'impatto delle relazioni
economiche sui diritti umani e di intensificare le sue attività in favore dei difensori
dei diritti umani e contro l'impunità.
2001 - Svolta nella storia di Amnesty: il movimento agirà ora per "prevenire e porre fine
a gravi abusi dei diritti all'integrità fisica e mentale, alla libertà di coscienza e di
espressione e alla libertà dalla discriminazione, nell'ambito della propria opera di
promozione di tutti i diritti umani".
fonti:Amnesty international,Wikipedia.